L’Arena scopre ilBussolenghese

Sul quotidiano più letto di Verona un pezzo firmato da Lino Cattabianchi descrive ilBussolenghese.it ai lettori della provincia.

l'arena

Dopo poco più di un mese dall’apertura de ilBussolenghese la redazione si dichiara soddisfatta della partecipazione iniziale e del sostegno ricevuto dai cittadini. L’impegno è quello di crescere e continuare con forza il cammino intrapreso. E’ presto per parlare di numeri, ma dai dati in nostro possesso emerge che le visite mensili al sito sono approssimabili ad oltre 1000 (visite totali, non “uniche”). Dato sorprendente se si considera che il progetto è appena partito e che non è ancora stato promosso capillarmente sul territorio. Nel prossimo futuro puntiamo ad un traffico mensile ben superiore alle mille unità, non per vincere gare di risultati e vanità, ma semplicemente perché un numero maggiore di visite può tradursi in cittadini più informati e più attenti alle questioni d’interesse della nostra comunità.

Il giorno 22 dicembre scorso ilBussolenghese è stato illustrato sul quotidiano “L’Arena” in un articolo scritto da Lino Cattabianchi, reporter abituale del giornale e suo punto di riferimento per la cronaca di Bussolengo. Si riporta di seguito il testo integrale dell’articolo.

<< Un giornale per Bussolengo e per i bussolenghesi, un mezzo perché tutti possano far sentire la loro voce, confrontarsi, discutere. Questo l’obbiettivo che si erano posti Stefano Ceschi e alcuni suoi amici quando hanno dato il via al progetto di creare un giornale on-line di Bussolengo. Lo hanno battezzato Il Bussolenghese e vi si puo accedere tramite l’indirizzo www.bussolenghese.it.

“Non si tratta di un giornale con paternità politica”, spiega Stefano Ceschi. “E’ un’iniziativa che è nata parlando con amici; rilevando che non c’è modo di poter esprimere le proprie idee, confrontarsi con altra gente. Sentire cosa pensa la gente, quella che è occupata con lavoro e famiglia e ha poco tempo per uscire di casa. Un giornale, tramite il forum, dove ci si possa anche sfogare, dove ci sono spazi per le associazioni e i gruppi sportivi. Mi auguro siano soprattutto i giovani, maggiormente portati a questi mezzi di comunicazione, a dare un buon contributo affinché l’iniziativa diventi positiva. E’ stata pensata anche per loro, e mi auguro ci siano delle disponibilità per formare un bel gruppo di redazione. Noi vogliamo che il lettore sia parte attiva, ribatta, critichi, proponga; ecco vogliamo che la persona che accede al sito, si senta parte attiva” >>.

Lascia un Commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori.

*


Inviando questo messaggio si dichiara di aver letto il regolamento del forum e di accettarne le istruzioni.