Mazzi a, quasi, tutto campo

Spese legali, tasse, la scuola Beni Montresor, la Fiera, piano di emergenza tra i temi toccati ma le problematiche politiche restano interne.

Il sindaco Alviano Mazzi nel suo ufficio - di IlBussolenghese.it - ©2012

Com’è andata la Fiera di San Valentino? Purtroppo quest’anno, anche senza i dati sotto mano, è stata un’edizione dal punto di vista di business e visite, tra le più povere rispetto a quello che tradizionalmente rappresenta la Fiera di San Valentino. Il fatto di avere avuto sabato e domenica con la neve è stato incisivo in maniera negativa. Anche se da noi non ha nevicato, al contrario nei paesi limitrofi la neve ha scoraggiato le persone a venire a Bussolengo.

Avete avuto modo di incontrarvi in questo periodo con l’altra parte della maggioranza? Quale altra parte della maggioranza? Siamo un’unica maggioranza.

Per capirsi, i consiglieri che non si sono presentati in alcuni degli ultimi Consigli tra cui Bassi. No, perché?

Per discutere su quelli che Danzi ha definito i punti critici, ovvero spese legali e tasse con l’aumento dell’addizionale Irpef. Queste sono finte motivazioni perché sulla maggior parte dei procedimenti legali siamo chiamati in causa e non possiamo non difenderci. Per quanto riguarda l’addizionale Irpef invece dobbiamo ancora fare il bilancio quindi non si può prevedere.

Le chiedo allora quali sono i reali problemi secondo lei. Sono motivi interni, sono cose nostre.

Conferma che le spese legali preventivate a inizio anno attorno ai 150mila euro, sono poi arrivate a 400mila euro? No, non possiamo stabilire ora quanto sono le spese legali. Secondo me è importante sottolineare come nel triennio 2008-2010 su 66 contenziosi legali, in 54 di questi il Comune è chiamato in giudizio e deve quindi difendersi. Sulla faccenda della distribuzione del gas metano, ad esempio dove abbiamo avuto tredici ricorsi, ho speso 400mila euro ma ne ho già recuperati due milioni. Da qui prendiamo delle royalty che nel 2011 sono arrivate a portare 690mila euro circa.

Non è possibile allora stabilire adesso quanto è stato investito in spese legali? Nel 2008 lo stanziamento di bilancio, quello che si è utilizzato per le spese legali, è stato di 444mila euro. Nel 2009 sono 330mila euro, l’anno successivo una diminuzione per un totale di 283mila euro. Nel 2011 le spese legali sono state di 350mila euro. (dati gentilmente forniti dal funzionario comunaleTiziano Carbognin, ndr)

Secondo Brizzi se non aveste “approvato la delibera per l’esternalizzazione della Tia, una conseguenza diretta sarebbe stato il taglio del 30 per cento delle indennità del sindaco e degli assessori”. Cosa mi dice a riguardo? Non è vero, forse Brizzi non è ben informato e vuole creare un po’ di disinformazione. Perché il fatto di aver approvato quella delibera per l’esternalizzazione della Tia, significa avere meno problemi per il patto di stabilità e tagliare circa un milione e mezzo di euro sulla spesa corrente. Il 30 per cento si decurta solo quando si esce dal patto di stabilità. Noi nel 2011 siamo già usciti dal patto di stabilità e abbiamo già tagliato il 30 per cento.

Domande dal Forum dei Cittadini. Come mai la banda, il coro, le associazioni sportive stanno usando gli spazi della nuova scuola elementare mentre sono vietati agli alunni? Per quanto riguarda il piano interrato, utilizzato dalla banda e dal coro, lo spazio è agibile. Nella parte sopra, a piano terra, invece, non c’è ancora l’agibilità perché stiamo aspettando il certificato dai vigili del fuoco. Oltre alla palestra manca anche l’agibilità per le aule nuove e finché non arriva, è naturale non dare il permesso per l’utilizzo.

Dove svolgono quindi le ore di educazione fisica gli alunni della Beni Montresor attualmente? C’è una palestra più piccola dove gli alunni posso svolgere educazione fisica. Per capirsi non è quella nuova, utilizzata ora soltanto dalle associazioni.

Domanda arrivata alla mail di redazione da un lettore. C’è un piano di emergenza comunale in caso di evento sismico e se sì perché non è stato portato a conoscenza dei cittadini, magari pubblicandolo sul sito del Comune bene in evidenza? Il piano della protezione civile c’è ed è stato approvato in Consiglio comunale. Il piano in caso di disastri ed emergenze prevede le competenze delle persone coinvolte nel processo delle azioni da attuare, come ad esempio chi deve avvisare la popolazione. Se un cittadino vuole informarsi per bene, basta che venga in Comune. Nel piano comunque sono individuati i responsabili delle azioni di coordinamento con i vigili del fuoco e la protezione civile, oltre alle aree di ammassamento eventuale. Una di queste è l’area Sampò e nel momento in cui c’è la Fiera di San Valentino, questa zona è spostata agli impianti sportivi.

Domanda dal Forum dei Cittadini. Si diceva tanto che con le telecamere avremmo avuto un quartiere più sicuro in zona impianti sportivi o zona dormitorio come l’ha denominata il Sig. sindaco ed invece? I risultati sono stati che hanno abbattuto il semaforo e sono entrati di notte in un bar con l’auto. Forse se la telecamera andava. La telecamera in piazza del Grano c’è. Il fatto è che le telecamere non hanno mai funzionate bene. Ma su questo è meglio sentire il consigliere Bassi che si è occupato della questione delle telecamere.

Un commento

  1. Non le sembra sig. Mazzi Alviano che se la passata amministrazione si è conclusa con il comissariamento una buona parte delle colpe le ha avute anche lei, ......... oppure pensa che le colpe siano sono degli altri ? ....... rifletta e poi se le sembra il caso risponda. grazie.

Lascia un Commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori.

*


Inviando questo messaggio si dichiara di aver letto il regolamento del forum e di accettarne le istruzioni.