11 Commenti

  1. A quanto pare la cosa non è circoscritta solo a Bussolengo, la sfilza di scritte continua qui: lombroso.noblogs.org/darkside/ Verona città dell'amore?!?

  2. Bussolengo è progressista. Per quanto riguarda la scritta che paragona l’aborto a un omicidio, è inutile parlare del suo contenuto più che discutibile. C’era una setta cristiana nell’Africa del V Secolo che riteneva delitto anche strappare le piante. Poi per alcune ragioni legate a quest’idea pare spargessero di sperma i propri cibi. Se i cattolici fossero consequenziali…Ci si dovrebbe invece fermare sulla forma, grafia e colore, della frase, il cui orientamento politico, a meno che non si voglia scherzare, mi pare eloquente.

  3. Ma dove vivete? La simbologia e il linguaggio appartengono chiaramente all'armamentario dei gruppi dell'estrema destra che fanno riferimento da sempre al passato fascista e in qualche caso nazista. In questo periodo in cui la memoria sembra essere un optional almeno non nascondetevi dietro un dito. Quanto alla Bussolengo nera è innegabile che qui vi sia sempre stata una consistente presenza della destra, e questi artisti probabilmente ne sono i nipotini. Il 25 aprile si avvicina un po di pulizia non farebbe male

  4. Se vogliamo essere pignoli non capisco cosa abbiano di fascista le svastiche riportate nelle foto.

  5. Senza dilungarmi troppo nelle scontate premesse che non sarebbe opportuno scrivere sui muri e tantomeno inneggiare a qualche totalitarismo del passato (qualunque esso sia), vorrei gentilmente sapere da chi ha scritto questo articolo cosa c'è di fascista nelle scritte: - Aborto=Omicidio (Slogan contro l'aborto) - SkinHead (riferimento al movimento) - Morte ai terroni (temo sia più leghista che fascista) - Skin VR (vedi sopra) Temo che la paura per il "l'uomo nero" abbia contribuito all'errore. Cordiali saluti, Niccolò

    • Caro signor Niccolò, di che articolo parla? In ogni caso le posto il seguente link dove potrà avere un'idea di ciò di cui si mostra. http://www.lettera43.it/politica/27872/leghisti-fascisti-e-nazi-l-opera-d-arte-provoca.htm

    • x Niccolò: Buongiorno, sono Alessandro Berti e da anni raccolgo le scritte fasciste, naziste, di odio interculturale e di carattere politico che imbrattano i muri del Comune di Bussolengo. Nel passaggio al nuovo format, la didascalia si è persa leggermente ma adesso è tornata a posto. Come può vedere la gallery ospita immagini di "scritte e simboli fascisti, nazisti e di carattere politico" ed è aperta ai contributi dei cittadini. Per quanto riguarda le sue obiezioni, tre delle quali hanno avuto risposta con la didascalia ora corretta, per "Aborto=Omicidio" si tratta di uno scatto inserito e con lo stesso carattere grafico delle scritte "Forza Nuova" e i Fronti della Gioventù, simbologia fascista e neofascista. Cordiali saluti, Alessandro

      • Diciamo che con la dicitura di "carattere politico" vi siete salvati in corner. Più che giusto correggere la dicitura per non cadere nei soliti giochetti giornalistici di bassa lega. Bene sarò lieto di inviarle appena scattate anche tutte le altre scritte di "carattere politico" presenti a Bussolengo perchè qui mi sembra di vederle solo uni-direzionali. Niccolò Vallenari

  6. l'immagine aborto=omicidio mi sembra fuori luogo...non sono certo fascista ma concordo pienamente...tra l'altro è l'unica immagine con un CONTENUTO. Metterla insieme a slogan frutto di ignoranza (suppongo adolescenziale) la fa passare come un'idea fascista, ma in realtà non lo è assolutamente...così come l'immagine "morte ai terroni" che ben poco ha a che fare con "scritte e simboli fascisti"..come sempre è troppo facile generalizzare e banalizzare. E' proprio il caso di dire: non facciamo di tutta l'erba...un fascio!

  7. Non mi sembra che Bussolengo sia definibile "nera". Non mi sembra che partiti come Forza Nuova a Bussolengo si sono insediati in comune.

    • .....troppo.......rosso a bussolengo.....troppo......

Rispondi a Giulietta Annulla risposta

I campi con il simbolo * sono obbligatori.

*


Inviando questo messaggio si dichiara di aver letto il regolamento del forum e di accettarne le istruzioni.