La campagna elettorale si gioca all’Orlandi

La vicenda dell’ospedale Orlandi offre su un piatto d’argento l’occasione per scaldare i motori in vista delle elezioni del 2013.

Volantino della Lega Nord

Da una parte inizia una raccolta firme, dall’altra si risponde con volantini e gazebo durante il mercato del giovedì. Il tema è l’ospedale Orlandi e circa una settimana fa il consigliere dell’opposizione Stefano Ceschi del Pd ha aperto una raccolta firme dal chiaro titolo “Un ospedale degno di chiamarsi ospedale”. A questa raccolta firme ha aderito anche una parte della maggioranza dell’amministrazione a partire dall’assessore della Lega Luigi Ambrosi. La contromossa non si è fatta attendere; con un volantino e un gazebo al centro del mercato del giovedì, presieduto dal segretario della Lega Nord Giuseppe Danzi e dal consigliere Andrea Bassi, la parte della Lega risponde tuonando “Basta falsità sull’ospedale Orlandi”. Nel volantino la parte evidenziata in riferimento al clima elettorale per le comunali del 2013 recita testualmente “inventare false notizie per speculare poi sulle paure della popolazione è davvero scorretto”.

La raccolta firme è appoggiata anche da qualche commerciante del centro di Bussolengo. Sovente ricorre infatti l’opinione diffusa che firmare non porti immediatamente a una soluzione ma sia in ogni caso un modo per partecipare attivamente alla causa dell’Orlandi. Se infatti non costa nulla firmare, il segnale invece che arriva con una semplice firma è chiaro e preciso: il cittadino di Bussolengo tiene che l’Orlandi resti attivo, funzionante e sfruttato al massimo anche visto il recente potenziamento di alcuni reparti. Come sottolinea il volantino della Lega Nord, dal 2003 “sono stati attivati la terapia intensiva, il nuovo pronto soccorso con dieci posti di osservazione breve, la guardia pediatrica, la guardia radiologica e la guardia ortopedica, senza dimenticare che è in corso di attivazione in questi giorni la risonanza magnetica”.

Condivisibile e auspicabile l’augurio presente nel volantino per una campagna elettorale caratterizzata da proposte e confronti di idee e programmi mentre sul fatto di qualificare come “falsità” una raccolta firme, la sensazione che si ha è quella di una ricerca a sminuire la raccolta in sè come azione politica. È da sottolineare tuttavia come la raccolta firme non rappresenti un documento ufficiale, non abbia effetti immediati ma rappresenta l’orientamento e la volontà di quei cittadini che vogliono continuare ad avere un ospedale funzionante e completo nel proprio Comune.

 

 

 

 

 

 

2 Commenti

  1. Mi complimento con "Ciro" per l'informazione che ha reso nota. Tanta gente dovrebbe interessarsi di queste cose anzichè perdersi nella rete di f o t. Mi son stampato le pagine (10 pagine per un totale di 346 nominativi) Da notare che parliamo solo della parte "dirigenti" della Usl 22, non di tutto il personale! Mi chiedo anche se certi nominativi -seguendo l'Arena di giorni fa-devono essere ancora inseriti negli elenchi. Forza popolo sveglia!!!

  2. Ciao girovagando nel sito dell' Usll 22 (Ospedale Orlandi di Bussolengo) ho trovato questo link http://www.ulss22.ven.it/context.jsp?ID_LINK=1753&area=24 visionate il 2011. E pensare che credevo che chi venisse remunerato abbondantemente fossero gli statali oppure i politici. Finalmente mi spiego, perchè quando tenti di prenotare una visita ti fanno capire che se paghi c'è posto subito. Speriamo che ridimensionino questi sprechi offrendoci almeno dei servici mutuati che funzionano, dato che i loro stipendi li paghiamo con le nostre tasse. Se non bastasse andate a visionare anche questo link http://www.larena.it/stories/Provincia/323376_il_cancro_delle_ulss_veronesi_sono_i_colletti_bianchi_lo_dice_stefano_valdegamberi_con/ e pensare che qunado mi parlavano di chiudere l'ospedale Orlandi di Bussolengo, rispondevo dovreste vergognarvi solo al pensiero di farlo, adesso che vivo all'interno di questa realtà per problemi di salute, sto cambiando radicalmente il mio modo di pensare.

Lascia un Commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori.

*


Inviando questo messaggio si dichiara di aver letto il regolamento del forum e di accettarne le istruzioni.