Bilancio ritirato, sfiducia a Cordioli

Ritirata ancora l’approvazione del bilancio di previsione del 2012. Mazzi revoca la delega all’assessore al bilancio Daniela Cordioli.

Bassi_Mazzi_Consiglio

Lo stallo dell’amministrazione comunale sul bilancio di previsione per l’anno 2012 prosegue. Dopo l’approvazione degli emendamenti presentati dal consigliere Silvio Salizzoni, del gruppo dei sette consiglieri che appoggiano Andrea Bassi, il sindaco Mazzi ha ritirato la delibera sul bilancio e il giorno successivo ha revocato la delega all’assessore al bilancio Daniela Cordioli.

In sede di Consiglio è stato presentato un emendamento di Roberto Ciresa, concordato con i consiglieri Bassi, Giuseppe Danzi, Laura Girelli, Silvio Salizzoni, Giancarlo Savoia e Guerrino Zamperini per “cercare di dare un attimo di sollievo – illustra Salizzoni – nei pagamenti delle tasse. Si cerca di agevolare determinate situazioni tramite un canone concordato”. La richiesta di Ciresa, assente al Consiglio ma illustrata da Salizzoni, prevede la richiesta di abbassare allo 0,45 per cento, rispetto allo 0,85 per cento proposto dal sindaco, l’aliquota Imu per gli immobili con affitti agevolati.

Il consigliere dell’opposizione Stefano Ceschi sostiene come sia “un diritto il fatto di presentare degli emendamenti ma sarebbe un obbligo opportuno, individuare anche il modo per recuperare questi soldi”. Rivolto all’assessore al bilancio Daniela Cordioli, che sottolinea come queste delibere su Irpef e Imu non siano propedeutiche al bilancio, Ceschi rincara: “Le sembra serio che un componente della maggioranza presenti ciò e non sia tenuto a giustificare? Siamo ad agosto e i soldi sono già stati spesi. Dove si va a tagliare? Sulle spese legali, sull’asilo nido, sull’asfaltature? Arriviamo a quasi un milione di euro. Portati in questo momento, mi sembra un modo non idoneo di presentarli e di fare politica amministrativa. Dovete dire dove si va tagliare nei prossimi tre mesi dell’anno”. Sul dubbio riguardo alla tempistica di presentazione di questi emendamenti in relazione al bilancio, il segretario comunale Paolo Abram è perentorio: “la finanziaria per quest’anno è chiara, le aliquote Imu e Irpef devono essere approvate contestualmente all’approvazione del bilancio”. Dall’opposizione prende la parola Marcellino Bonizzato: “Il fatto di arrivare a fine agosto a presentare il bilancio previsionale del 2012 è il chiaro fallimento dell’amministrazione. Ci vuole un forte senso di responsabilità da parte dell’amministrazione che deve dichiarare fallimento. Il segretario ha smentito l’assessore al bilancio, non mi capisco più. Se si va a tagliare il bilancio a tre mesi dalla fine, sono preoccupato per i servizi sociali”. Dall’assessore al bilancio Cordioli viene chiamato a relazionare in Consiglio Cristiano Venturini, presidente del collegio dei revisori dei conti, il quale sottolinea come “le aliquote possono essere spedite entro trenta giorni dall’approvazione del bilancio”.

Pareri contrastanti tra assessori, consiglieri, segretario comunale e tecnici lasciano basiti i presenti nel pubblico e prima della votazione che metterà in minoranza il sindaco all’interno della sua stessa maggioranza, Mazzi lancia un appello. “Il bilancio è costruito su una base storica – commenta Mazzi – ovvero sul bilancio consolidato del Comune. Noi abbiamo iniziato sei anni fa con la spending review con ad esempio il taglio di 600mila euro sul costo per il personale. Presentare emendamenti oggi non va nel verso di approvare il bilancio, credo sia superiore al milione il taglio previsto dagli emendamenti in questione. Sfido chiunque ad approvare il bilancio con questi emendamenti. Chiedo quindi ai consiglieri, anche di maggioranza, di avere un senso di responsabilità nei confronti della comunità”. L’emendamento Ciresa però va in votazione e passa con otto voti favorevoli e sei contrari. “Ho fatto una raccomandazione prima – commenta subito dopo il sindaco Mazzi – ovvero di trovare un’altra soluzione per approvare il bilancio discutendo con la maggioranza. Ritiro quindi la delibera sul bilancio”.

Rimandato dunque ancora una volta il bilancio previsionale del 2012, con la coda del giorno seguente della revoca a Daniela Cordioli del suo incarico come assessore al bilancio.

Lascia un Commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori.

*


Inviando questo messaggio si dichiara di aver letto il regolamento del forum e di accettarne le istruzioni.