La Lista Tosi apre ai cittadini

Alle comunali del prossimo maggio ci sarà la “Lista Tosi per Bussolengo”, movimento civico che parte dal sindaco più amato d’Italia.*

Presentazione della Lista Tosi per Bussolengo

Nessun nome o punto programmatico ma una spiegazione del perché a Bussolengo sarà presente una civica “Lista Tosi per Bussolengo” alle prossime comunali di fine maggio. Ieri sera presso la biblioteca comunale di Bussolengo il sindaco di Verona Flavio Tosi con i suoi assessori Anna Leso, Antonio Lella, Alberto Benetti e il vice sindaco Vito Giacino ha illustrato i motivi che hanno portato alla scelta di presentare questo “movimento civico aperto a tutti coloro che, pur avendo provenienze politiche diverse, si riconoscono nel modo di amministrare la comunità di Flavio Tosi e lo vogliono proporre anche a Bussolengo”. Una lista civica quindi mirata a raccogliere adesioni anche fuori dalle schiere di militanti della Lega Nord. Simbolo e nome che sta venendo sempre più abbandonato da quelli che erano militanti leghisti fino a pochi anni fa e che tra restituzioni di tessere del partito, abbandono di fazzoletti verdi e creazione di liste civiche, non si riconoscono più nel nome di Lega Nord.

“Qui la lista Tosi è chiamata così – sottolinea il sindaco di Verona – perché Bussolengo è vicino alla città, fossimo a Milano si sarebbe chiamata lista Maroni”. Un riferimento poi all’estero per inquadrare uno dei modelli di amministrazione più ammirati da Tosi e dalla sua Giunta: “Guardiamo alla Csu bavarese – dichiara Tosi – simile al modello della macroregione qui al Nord Italia. È legata al territorio e caratterizzata da una buona amministrazione. La Lega vuole riproporre questo modello in quanto Verona e Bussolengo possono ragionare assieme su tematiche simili nell’ottica di un’omogeneità amministrativa, con tutti che la pensano nella stessa maniera”.

Seguono poi gli interventi degli assessori Anna Leso, Alberto Benetti, Antonio Lella e il vicesindaco di Verona Giacino che in sostanza lodano l’operato di Tosi evidenziandone la puntualità, il legame al territorio, la professionalità e la compattezza. Al punto che tra gli spettatori la Giunta veronese viene definita, con Tosi che ne accetta serenamente la velata ironia, la “Giunta del Mulino Bianco” per l’aspetto unito e compatto. Alla domanda “Come spiegare ai cittadini che votavano Lega a Bussolengo che questa amministrazione non è caduta per una lotta interna al partito?”, Tosi risponde prendendo come motivo la pressione fiscale troppo elevata e l’utilizzo dei soldi della comunità secondo un’ottica non condivisibile. Tuttavia pesa la distanza di Tosi da Bussolengo che per forza di cose impedisce al sindaco di Verona di percepire il polso della comunità di Bussolengo e dare quindi risposte soddisfacenti per il pubblico. L’apertura della composizione della lista Tosi per Bussolengo è quindi iniziata, si attende per la prossima volta un programma di punti, dei candidati e delle idee concrete per Bussolengo.

 

* Dato relativo al 2011 secondo la ricerca di Monitor Città http://www.larena.it/stories/Home/237170_tosi_sindaco_pi_amato_ditaliadivide_il_podio_con_renzi_di_firenze/

 

35 Commenti

  1. http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/politica/2013/13-aprile-2013/lega-divampa-protesta-consiglio-cento-ribelli-manifestano-noventa-212626809172.shtml

  2. "eletto con la Lista Tosi, Vittorio Di Dio he sulla pagina di Facebook di Cutty Sark, il pub che si autodefinisce «Il locale dei camerati», pubblica un messaggio dai toni inequivocabili: «Gli infami come coloro che hanno deturpato corona e muro di via Ramelli, non si possono accettare e soprattutto non si possono lasciar girare tranquillamente impuniti per le strade della nostra. Se ne beccate uno..... Presentategli il conto!» " http://www.larena.it/stories/Home/367294_di_dio_difende_ramelli_e_il_web_si_infiamma/

    • Ho trovato questa notizia. Non voglio offrire valutazioni, ma sarei piuttosto interessato a conoscere la valutazione di Chiara alla luce dei valori di umiltà e rispetto (che pare aver insinuato che io non conoscerei, ma questo non importa). Per capire quale è la sua interpretazione di "umiltà e rispetto". Sono sinceramente interessato a capire il suo particolare punto di vista, che mi sembra meritevole di essere approfondito. Ovviamente mi interessa il punto di vista di tutti, non solo di Chiara. D'altronde i fatti servono anche come spunti per riflessioni condivise, e questi fatti possono stimolare interessanti dibattiti sulla natura che dovrebbe avere la politica e il ruolo dei cittadini. Saluti a tutti

  3. Che tristezza, come al solito si scrive solo per criticare e insultare l'operato delle persone.........se ritenete che una persona non sia in grado di amministrare bene, e altre in teoria si, cercate di fare propaganda per chi pensate possa fare di meglio, senza continuare a diffamare chi non la pensa nello stesso vostro modo. Non serve a nulla, non è costruttivo, il voto è una presa di responsabilità e sarà compito dell'elettore informarsi, ascoltare i buoni propositi di tutti e trarre le proprie conclusioni. E' facile attaccare chi è già in frontiera e fa................bisogna essere più rispettosi verso tutti, verso qualsiaisi colore, ideologia e pensiero. Solo così può iniziare la vera svolta per Bussolengo. Il mondo è bello perchè è vario. E attenzione a non sputare troppo nel piatto dove si è mangiato, tutti possiamo cambiare pensiero, ma non è cosa bella denigrare solo perchè non si è più appartenenti del gruppo. In bocca al lupo a tutti.

    • Meno male che qualcuno se n'è accorto! Dato che Chiara è costruttiva adesso sono sicuro che ci scriverà un post dettagliato indicando punto per punto ciò che è stato detto che indica il "diffamare chi non la pensa nello stesso vostro modo", dato che questa sua osservazione è molto grave: la diffamazione è un delitto. Inoltre introduce anche l'elemento del "chi non la pensa allo stesso modo", ovvero ci sta dicendo che dalle sue osservazioni può dichiarare che ci sono state delle persone che con finalità antidemocratiche hanno compiuto un delitto. E' gravissimo, e per fortuna che Chiara che se n'è accorta, e può così portare alla luce del dibattito questo grave problema! Io sono tutto orecchi e sono grato a Chiara per queste sue osservazioni, perchè lo trovo un atto di cittadinanza democratica responsabile anche far riflettere i concittadini su questioni che ai più ingenui passano inosservate, producendo gravi distorsioni di giudizio. Grazie Chiara per la luce che vorrai portare in questa discussione!

      • Come al solito non si è riusciti a guardare alla totalità del discorso....Caro Nicola, mi dispiace non essere per lei la sua Chiara Luce, perchè come sa, è già vissuta una persona così importante da cui tutti dovremo imparare soprattutto l'umiltà e il rispetto (se non la conosce può fare una ricerca su internet, strumento che lei sa ben usare). Non era mia intenzione offendere nessuno, ma evidentemente la mia istruzione non è così elevata da esprimere il mio rammarico da cittadino, senza l'utilizzo di termini che possono essere così messi in discussione. La ringrazio per la segnalazione, magari in futuro cercherò di esprimere il mio sentimento di tristezza in modo diverso, quando vedo che chi fa viene comunque criticato (qualunque sia l'idea politica). Per Bussolengo servono meno parole e più fatti: chi governerà per i prossimi 5 anni avrà un compito molto difficile, in quanto soldi ce ne sono pochi e cose da fare molte. La ringrazio per la sua comprensione, Nicola, e magari mi iscriverò a legge per imparare a dire i miei pensieri meglio. Buona giornata

      • Aspetto ancora le sue argomentazioni. Ha dato dei giudizi, non scappi davanti alla sua responsabilità di sostenerli. Sono ansioso di correggere il mio punto di vista, se qualcuno porta delle idee che si dimostrano più adeguate alla realtà dei fatti.

    • Scusi Chiara, forse adesso ho capito cosa intende dire! Lei sostiene che non si può giudicare negativamente certe azioni, perchè questo equivale a "parlare male di", essere diffamanti. Io credo invece che sia fondamentale conoscere i vari aspetti delle situazioni per poi poterli giudicare. Sia quelli positivi che quelli negativi. I famosi pro e contro. Qui io ho appreso alcuni fatti che riguardano le persone presenti nell'amministrazione Tosi. Ripeto, si tratta di fatti. Cose reali, non inventate. A me sembrano incredibili, e infatti stentavo a crederci, ma ognuno le può giudicare come vuole, certamente non sarò io ad impedirlo. Quindi, se per lei è positivo o indifferente o negativo, il fatto che Tosi abbia condanne per razzismo, che siano presenti esponenti di estrema destra nella sua amministrazione, e che qualcuno, forse, talvolta meni le mani contro chi la pensa diversamente, non sarò certo io a impedirle di pensarla in quel modo. Di sicuro però queste non sono diffamazioni, ma dati di fatto. E in quanto cittadino pretendo di sapere tutti i dati di fatto possibili (non solo quelli positivi!). I giudizi poi saranno personali. Il suo giudizio di condanna morale verso chi porta alla luce dei fatti (ripeto, fatti) che possono essere giudicati male (ma anche bene, per qualcuno!), quindi, non lo condivido proprio. Infatti sono solo fatti, che ciascuno è libero di giudicare come vuole. Mi scusi eh, ma cercare di informarmi qui sul forum e poi sentirmi dare del diffamente contro chi non la pensa come me... sarà vero che lei non conosce bene il significato delle parole... certo non ha chiesto scusa per il suo lapsus. ps: volevo farle i complimenti per il suo raffinato stile di scrittura. Purtroppo oggi è raro incontrare persone che, pur con inevitabili problemi nella comprensione di quello che dicono, scrivono con tale eleganza. Se qualcuno ha da portare altri fatti sulla lista Tosi, (e sulle altre liste) gliene sarei grato. Facciamo che questo forum sia un ricettacolo di ogni tipo di informazione che possa essere utile a farsi un'idea. Ciao a tutti

    • In effetti mi ero chiesta anche io dove erano gli insulti di cui parla Chiara.

  4. VERONA è VICINA, TENIAMO ALLA LARGA CERTI FENOMENI, E TUTTO IL MARCIO CHE SI PORTEREBBERO DIETRO. A PROPOSITO, IL PROCURATORE CAPO SCHINAIA AGLI STUDENTI, DOPO GLI ULTIMI FATTI IN CITTA': http://www.veramente.org/wp/?p=10524

  5. Ora ottavo sindaco più amato e in netta caduta....datamonitor.it 2013

  6. 'Bene comune' che Flavio Tosi ha probabilmente usato una sola volta nel suo discorso di giovedi è un termine strettamente collegato alla collettività che va considerata come risorsa, dove i cittadini sono importanti, il territorio merita rispetto e va valorizzato per quello che offre, o per quello che potrebbe offrire anche in termini di opportunità lavorative. Bene comune sono i cittadini e cittadine di Bussolengo per se stessi e per gli altri, sono le famiglie,gli anziani, i portatori di Handicap, la comunità intera. Ma Flavio Tosi è un sindaco per il quale evidentemente bene comune vuol dire che sa hai un problema vai da lui e te lo risolve, in barba alle più elementari regole del vivere civile. che tu abbia un esercizio nel territorio di Trento o a Bussolengo, piuttosto che a Verona città. Di persone che del 'ghe pensi mì' ne hanno fatto uno stile di vita, ne abbiamo già viste e non hanno fatto che aumentare il dissesto, anche etico, dell'Italia intera. A Bussolengo non abbiamo bisogno di sindaci, confinanti o meno che vogliano replicare qui il loro schema perchè è funzionale alla creazione della macroregione del nord.... o perchè è interessante guardare al cdu bavarese... Di sbagliare siamo capaci da soli ... ed è un film, questo, che abbiamo appena finito di guardare e non ha avuto purtroppo un lieto fine. Di persone che prima di tutto viene il loro presenzialismo e che i programmi vanno fatti per punti perchè altrimenti non li legge nessuno e che per intanto cerchiamo delle persone e poi condivideremo qualche idea non credo che sia quello che serve a Bussolengo. Per il nostro bene comune e di tutta la comunità!!

  7. NEI SALOTTI TELEVISIVI IN CUI TOSI IMPERVERSA, NON SI DICE CHE E' CONDANNATO IN VIA DEFINITIVA PER RAZZISMO. RICORDIAMOLO: http://www.larena.it/stories/Home/68704_nomadi_confermata_condanna_a_tosi/?refresh_ce&scroll=0

    • Signor Attilio, la raccolta firme contro il campo nomadi è la cosa più giusta che abbia fatto Tosi. In quanto alla condanna, che vuole,in un paese di imbecilli come l'italia ci si aspetta di tutto, anche stupidità come la condanna a Tosi. Ora, con la crisi che c'è, chi mantiene tutti questi nomadi cacciati dalla Romania? Si è forse dimenticato le dichiarazioni che Fini fece da Bruno Vespa, all'indomani dell'omicidio Reggiani avvenuto a Roma? "Ma è mai possibile che in 24 ore a Bucarest smantellarono tutti i campi rom, mentre da noi non lo si riesca a fare?" Tosi raccoglieva firme contro i rom e non altre etniee, perché? Se fosse razzista sarebbe stato contro tutti gli immigrati. Premetto che, Tosi non mi piace perché è un traditore dei veneti e ama il sistema italiano, perché è l'unico che gli permette di fare cose che in altri paesi civili non si sognerebbe mai di fare perché non gli darebbero la possibilità.

  8. QUANDO BOSSI DICEVA CHE TOSI HA PORTATO I FASCISTI NELLA LEGA: DENUNCIATO GIOVANE CONSIGLIERE DELLA LISTA TOSI NELLA 3A CIRCOSCRIZIONE A VERONA, ED ESPONENTE DI SPICCO DI CASAPOUND. http://www.larena.it/stories/dalla_home/487407_violenza_al_bar_c_la_pista_politica/

    • Ciao, ma sono cose vere o voci messe in giro dalla sinistra? Non conosco bene la politica di Verona, ma ho sentito dire che nella lista civica di Tosi hanno avuto ruoli importanti degli esponenti di spicco dell'estrema destra, persone che militavano in gruppi naziskin, insomma si tratta anche di gruppi che si sa, da quel che si dice in giro, tendono ad azioni violente e hanno valori che non saprei, non sembrerebbero esattamente democratici... appunto per questo mi sembra impossibile che sia vero! Voi cosa dite? E' vero o sono bugie? Addirittura uno una volta mi ha detto che l'amministrazione di Tosi aveva messo un naziskin a capo di una specie di istituto storico sulla Resistenza... mah, mi pare strano!

      • Non so se Umberto Bossi è di sinistra, ma l'ha detto lui: «Tosi è uno stronzo, ha portato nella Lega un sacco di fascisti». http://espresso.repubblica.it/dettaglio/tosi-innamorato-dei-fascisti/2179767

      • Non so che dire: sono basito da quello che dite. Così ho fatto qualche ricerca su internet e ho trovato che sembra essere vero che nella lista Tosi, adirittura ai vertici di importanti enti, ci sono persone molto dentro l'estrema destra... uno, persino, sembrerebbe essere stato condannato per pestaggi e violazione della legge sull'istigazione all'odio razziale. Ora è presidente di qualcosa... centra qualcosa con l'Amia forse. Io continuo a sospettare che si tratti di voci maligne, anche perchè ha la faccia da bravo ragazzo, inoltre ho anche guardato nel curriculum alla sua pagina istituzionale e questo fatto non risulta segnato. Ad ogni modo mi auguro che si presentino presto altre liste, mi auguro davvero "civiche". Ciao a tutti e buona domenica

      • Si Nicola...non è un'invenzione della sinistra, i fasci imperversano in città come se nulla fosse. Nessuno fa nulla ma anzi se ci pestano allora tutti bravi fasci comunisti di merda! (scusate il turpiloquio) se invece noi facciamo manifestazioni, picchetti ecc. siamo solo dei vandali e ci demonizzano. E Tosi con nonchalance se li mette pure in lista

      • Si, continuate con la sinistra e destra mentre le fabbriche chiudono per colpa dell'italia. Continuate a considerare la politica come squadre di calcio come avete fatto fino ad ora! Siete contenti dell'attuale situazione economica? E' anche colpa vostra. Toglietevi i paraocchi e osservate la realtà per ciò che è. E smettetela con storie di razzismo o quanto altro, perché in altri paesi europei, tranne Franca e Spagna, non vi sono tanti immigrati nullafacenti per le strade o tanti mendicanti come a Venezia(ve ne è uno ogni ponte) che disturbano i turisti o li borseggiano. Pretendere ordine e disciplina come in Svizzera non è razzismo, come vuole fare credere lo stato italiano. Intanto i paesi del sud europa sono pieni di immigrati illegali e zingari mentre nel nord si sono salvaguardati molto bene. Immigrati, casa e lavoro, altrimenti a casa loro. Sono razzista?

      • Difendere i -Valori- del dialogo democratico non è tifo calcistico. Violenza e razzismo non devono avere cittadinanza politica, se la Costituzione vale ancora qualcosa. Possiamo anche discutere sui rom e anche parlare di fascismo (contro e anche a favore) in tutta libertà. Ma non si possono mettere in atto comportamenti antidemocratici (violenza, violazioni di diritti costituzionali). Su queste regole minime dovremmo essere tutti d'accordo. Non c'è bisogno che ricordi i fatti (anche di sangue) che hanno macchiato Verona lungo gli anni. Non sottovaluterei questi fenomeni. E dar loro la benedizione delle istituzioni mi sembra francamente pericoloso. Volevo solo dire questo, in rapporto all'incipit del suo discorso.

      • Ogni popolo difende la propria cultura. I razzisti come si suol dire, vi sono dappertutto. Non amo Tosi, ciò non vuol dire che io accetti la sua condanna solo perché raccoglieva firme contro i rom. Il comune di Verona spese oltre 2.5 milioni di euro per fare loro insediamenti. Ebbene, poiché tale danaro è dei contribuenti, sarebbe stato giusto fare un referendum e chiedere ai cittadini veronesi il consenso di tale grande esborso. ricordo che nel 2007 il governo romeno smantellò tutti i campi rom che vi erano attorno alla capitale, così essi furono costretti ad emigrare in cerca di verdi pascoli, e dove se non nella bella e tollerante italia? Da quando in qua non posso dire pubblicamente che la cultura rom non mi aggrada? Questo eccessivo antirazzismo ha riempito l'italia di delinquenti, infatti nelle prigioni italiane vi sono più stranieri che autoctoni, scatenando così la vera e giustificata discriminazione. Riguardo i valori, sarebbe ora che nelle scuole medie si ripristini l'ora di educazione civica come 30 anni fa, anche se il rispetto per il prossimo dovrebbe essere un concetto normale, che viene da sè. Io vedo nei partiti politici delle associazioni a delinquere al pari delle mafie, perché l'italia è messa male per colpa loro,non solo Berlusconi, che se è tale, è colpa di un paese marcio in tutte le sue istituzioni, tribunali compresi. Per comprendere ciò basta vedere le statistiche internazionali,quindi, per favore, quando sento un politico italiano parlare di valori mi viene il voltastomaco. Dimenticavo; uno dei politici italiani più marci lo hanno rieletto capo dello stato, proprio perché è della stessa pasta e fa parte di coloro che hanno portato l'italia al fallimento. Si è perfino vantato di essere stato eletto deputato a Napoli all'età di 28 anni, quindi 60 anni fa. Una persona normale si vergognerebbe, lui non conosce vergogna....

      • Un conto è discutere, un altro è istigare alla discriminazione razziale. L'ECRI, commissione europea contro il razzismo e l'intolleranza, nel 2002 scrive: "Gli esponenti della Lega Nord hanno fatto un uso particolarmente intenso della propaganda razzista e xenofoba" "L'ECRI sottolinea che i partiti politici dovrebbero resistere alla tentazione di affrontare la questione dell'immigrazione in un modo che rischia di provocare dei comportamenti razzistici, xenofobi e discriminatori" Linko un video che esemplifica questa "retorica" leghista. Rappresentanti di istituzioni così si esprimono: http://www.youtube.com/watch?v=8Pl3-VgrAiw

    • Tosi, il Grande Re Flavio, da tempo ha imbarcato personaggi non solo dell'estrema destra ma anche di sinistra, dell'udc e non da ultimo per esempio, ha dato la presidenza di Serit al grande Roberto Rambo Bissoli, forse i più giovani non ricorderanno ma la Lega dalla sua nascita ha combattuto questo metodo di imbarcare personaggi "strani", potenziali elementi nocivi per il movimento. Tutti portano acqua al mulino del Re Flavio, e lui si trova nella condizione di capo della Lega, capo della Lista Tosi, capo del Pdl (dico così perchè il Pdl si affida a lui per molte cose) vice capo di Prima il Nord, cambia strategia imbarcando personaggi di tutti i colori dell'arco costituzionale per cosa secondo voi??? Una volta la Lega andava in cerca di persone che non avevano un passato in politica, una volta la Lega teneva lontana le persone cosiddette a rischio, ora Re Flavio apre dicendo "Voglio dar vita ad un partito di persone con buona volontà, brave persone e che vogliono il bene comune per il territorio" apperòòòò!!! Brao!! Proprio brao te sè!! E quelli che fanno altre liste come a Bussolengo, sono persone senzai buona volonta? Non sono persone che vogliono il bene del paese? Non sono brave persone??? Possibile che Lei Signor Re ha sempre ragione in tutte le cose che fa? Possibile che Lei Signor Re ha sempre ragione in tutto quel che dice? I suoi sudditi tra l'altro sono molto capaci di spiegare le cose e gli avvenimenti successi nei vari comuni, come per esempio a Bussolengo dove le ragioni stanno da una sola parte, quella dei fenomeni che girano con la verità in tasca. A Bussolengo i soldati di Tosi girano i bar dicendo che il sindaco Mazzi andrà in galera perchè ha inquinato la ex piazzola ecologica!!! apperòòò... invece a Verona con la finanza che ritira documenti a destra e sinistra, con la situazione creata dal gruppo Mantovani, con le varie gestioni politiche all'interno degli enti controllati poco chiaramente...SONO NORMALI CONTROLLI DI ROUTINE.....apperòòòò. Il modello Verona personalmente non mi interessa, Verona è una realtà a sè, dove ci sono luoghi che calamitano migliaia di persone, Verona ha sempre calamitato milioni di persone anche con altri sindaci, lui ha cambiato Verona come Mazzi e la sua amministrazione hanno cambiato Bussolengo negli ultimi nove anni e mezzo, forse in termini di paragone abbiamo fatto più cose noi che lui, non sto ad elencare tutte le opere fatte. Quindi non invidio un modello così, perchè dovrei? E non voglio essere nemmeno suddito come fanno i suoi "velini" silenziosi, i suoi soldatini ossequienti al cospetto del Re per grazia ricevuta (incarichi negli enti). Bon uichend a tuti!! ;-)

      • credo che la lista tosi a Bussolengo non serva; vedremo chi cè in lista; vuoi commettere che la maggior parte dei candidati saranno tutti servitori del re e magari dipendenti di enti da lui controllati ??

      • Senti da che pulpito viene la predica, ....... non è forse stato "Re Flavio" a permettere alla passata amministrazione di gestire il paese per nove anni? Non è stata la stessa passata amministrazione proclamarsi per opportunismo Leghista? Bello sputare sul piatto dove fino ad ieri si è mangiato, dove fino ad ieri si è goduto dei denari (stipendio) dato dai cittadini e gestita la cosa pubblica a proprio piacere. Soldati ( come lei li definisce) che girano per i bar ( non mi è dato di sapere perchè non sono abituta a girare per i bar, ho ben altro da fare ) dicendo che l'ex sindaco ha inquinato l'ex piazzola ecologica.......... beh! sarà la magistratura appurare i fatti, come sarà la magistratura far luce sulle responsabilità della situazione creata dal gruppo Mantovani a Verona. Certo è che i cittadini non erano entusiasti della passata amministrazione, e lo dimostreranno fra qualche settimana, quando certi personaggi ( della giunta Mazzi) che si ricandicheranno, non verranno eletti ..... Me lo auspico ......... Comunque bellissima coerenza sua, caro Marco, almeno avesse avuto il buon gusto di NON far sparate del genere, ma lascio democraticamente ai cittadini valutare l'operato del suo mandato, non credo essi siano ciechi e nemmeno smemorati. Io non sono candidata, ma anche se il mio voto vale 1 di certo non lo sprecherò.............

      • Ciao Marco, il solo modo per sconfiggere il sistema mafioso italiano e dare potere ai cittadini è la democrazia diretta come in Svizzera. Purtroppo l'italia è repellente per natura alla giustizia sociale, e, l'unico modo è l'indipendenza del Veneto, da questa italia che piace tanto a re flavio come a re giorgio. Leggiti qualcosa sulla politica svizzera e ti accorgerai che, se fosse stata applicata in italia almeno 30 anni fa, ora non saremo alla fame.

    • Era ora che ci si ricordasse di questo. E ci si ricordi anche che il "sindaco più amato d'Italia" andò a fare visita a un'estremista di destra in carcere, se ricordo bene, mandando un segnale neanche troppo subliminale a tutti quei fanatici di destra che certamente non "odiano" la Lega, anzi! E la militarizzazione della città? Che poi... spesso ho visto la "carovana della sicurezza" fare lunghe ed amabili chiacchiere con le "passeggiatrici" in corso Milano. Ci passo e non posso non vedere. E noi contribuenti che li paghiamo! Ah! ah! (Una persecuzione che alimenta e legittima violenze di cui non si parla e non si sa nulla). Ma poi insomma, ci siamo dimenticati che in alcune amministrazioni leghiste del Veneto si censurarono i libri di Saviano contro la Mafia? (Non li ammisero nelle loro biblioteche). Inaudibile, suvvia. Che poi francamente questa cosa non l'ho mai capita: com'è possibile che la Lega sia arrivata a questo, lei che è contro il sud e in teoria dovrebbe essere contro e contro e contro la Mafia? Mistero. Eh sì, ci siamo anche già dimenticati che mentre si dava la caccia alla prostituzione in strada, o perseguendo altre stupidaggini, buttando fumo negli occhi a chi già è cieco, la Mafia arrivava e si insediava al Nord, arrivando a minacciare e ricattare esponenti del Pdl in Lombardia - e chissà dove ancora. Questa è la realtà signori miei. Ma Tosi in televisione, con quella sua aria da "bravo ragazzo", imperversa e conquista col suo sorriso superiore e le sue risposte sapientemente precedute da significative pause e da un saggio "Mah vede", ecc. ecc.

      • VERONA è VICINA, TENIAMO ALLA LARGA CERTI FENOMENI, E TUTTO IL MARCIO CHE SI PORTEREBBERO DIETRO. A PROPOSITO, IL PROCURATORE CAPO SCHINAIA AGLI STUDENTI, DOPO GLI ULTIMI FATTI IN CITTA': http://www.veramente.org/wp/?p=10524

      • Io guardo i fatti: la Svizzera italiana non fu infestata da mafie come il nord italia per il semplice fatto che le forze di polizia erano e sono svizzere,non come noi al nord che abbiamo dovuto subire la colonizzazione di tutti gli apparati pubblici da genti provenienti dal sud. Se le mafie al sud progredirono fu perché coloro che avrebbero dovuto combatterle ne fecero parte. Negli anni '60 a Londra vi erano delle bande che chiedevano il pizzo: furono debellate, nel sud italia no! Sono per un Veneto indipendente perché l'italia ci ha portato solo mafie e corruzione. Con apparati pubblici veneti, specialmente nelle forze dell'ordine e nei tribunali, ripuliremo la nostra futura nazione, attualmente infestata da una cultura malvagia che non ci appartiene. In quanto a Saviano è il solito raccomandato meridionale(da qui il successo)a scapito di molti altri meridionali che scrissero prima di lui dei libri migliori riguardo le mafie. Ricordo ancora l'intervista su raiuno nel tg delle 20,e le sue accuse contro le industrie del nord che inquinarono la sua Napoli, dimenticandosi di dire che furono i suoi concittadini mafiosi a scaricare tali rifiuti non gli industriali del nord. Saviano è l'esempio più lampante della corruzione e raccomandazione necessaria che vi è in italia per fare strada; quindi un grazie a coloro che rifiutarono i suoi libri, e ben vengano di altri autori(e ve ne sono tanti) meridionali migliori di lui. Attualmente, se si vuole parlare di discriminazione ed accusare qualcuno, ebbene io accuso lo stato italiano di avere favorito la diffusione della criminalità meridionale nel mio paese il Veneto. E' vergognoso che in tutto il Veneto non vi sia un questore o pretore che sia veneto, per non parlare di comandanti di caserme o quanto altro. E' inaccettabile che dirigenti statali provengano dalle regioni più corrotte d'italia dove il malaffare è la norma. In italia siete abituati con l'accusa di razzismo a farla franca da tali affermazioni veritiere, in altri paesi no, perché la gente guarda i fatti reali e non accuse ridicole. Nel 2011 un giudice di Bari in attesa di processo per alcuni casi di corruzione, invece di sospenderlo temporaneamente e fare al più presto il processo, venne trasferito al tar del Veneto. Pensa che i venti paghino volentieri lo stipendio a questo personaggio? Tale giudice si chiama Amedeo Urbano e trova notizie su Google. Siamo stufi di questa italia marcia che impone tale sindrome anche a noi veneti.

      • I meridionali sono mafiosi, i Veneti virtuosi. Questo dice, quindi la risposta alla sua precedente domanda "sono razzista?" è chiaramente: sì, signor Adriano, è razzista. Mi permetto di dirglielo, senza offesa, perché so che non se ne farà un problema. Come dimostrano taluni esponenti di spicco di alcuni partiti del nostro paese, la "nostra" cultura non è certo migliore. Il solo modo per far andare meglio le cose è diffondere cultura, quella vera: far studiare le persone, renderle consapevoli, pensanti. Allora inizieranno a capire cosa gli si dice, e se quello che gli si propina sono frottole, nascondono secondi fini ecc. Dar loro la possibilità, se vogliono, di leggere anche i libri di Saviano. Il malaffare comunque deve essere capace di trasmettersi anche nei corpi del nord, viste le indagini che riguardano noti politici di sangue nordico.

    • Un conto è discutere, un altro è istigare alla discriminazione razziale. L'ECRI, commissione europea contro il razzismo e l'intolleranza, nel 2002 scrive: "Gli esponenti della Lega Nord hanno fatto un uso particolarmente intenso della propaganda razzista e xenofoba" "L'ECRI sottolinea che i partiti politici dovrebbero resistere alla tentazione di affrontare la questione dell'immigrazione in un modo che rischia di provocare dei comportamenti razzistici, xenofobi e discriminatori" Linko un video che esemplifica questa "retorica" leghista. Rappresentanti di istituzioni così si esprimono: http://www.youtube.com/watch?v=8Pl3-VgrAiw

      • Lei è il classico tipo del "tutto il mondo è paese", quindi non ne vale la pena discutere. Sicuramente è di sinistra, quindi, un altro valido motivo per non perdere tempo. Dorma bene, Addio

      • Trovo solo esagerato pensare che isolando il Veneto andrebbe tutto bene, e che tutti i mali vengono dal sud. Dell'idea di una maggiore indipendenza a livello locale penso invece che potrebbe essere utile per ridare più potere ai cittadini, più --controllo-- dell'operato dei politici, che è uno dei modi per inchiodare gli amministratori alle loro responsabilità. Ma non credo che basti l'indipendenza. Penso che sia indispensabile investire nella cultura, per svegliare l'intelligenza dei cittadini (altrimenti come controllano?), potenziare l'informazione, e molte altre cose. Se ha tempo e voglia di spiegare in sintesi come funziona il "sistema Svizzera" mi farà piacere leggerla.

  9. Sindaco più amato d'Italia? Classifica 1) De Luca, Salerno 72%, 2) Orlando, Palermo 71%, 3) Zambuto, Agrigento 70%, 4) Tosi, Verona 66%....informatevi prima di scrivere castronerie. Il titolo cambierebbe completamente se diceste il quarto sindaco più amato d'Italia, chiaro esempio di tentativo di falsificare la realtà.

Lascia un Commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori.

*


Inviando questo messaggio si dichiara di aver letto il regolamento del forum e di accettarne le istruzioni.