Due liste per Paola Boscaini

Spinta verso l’associazionismo con un occhio rivolto a San Vito e attenzione alla famiglia: si presenta la lista a sostegno di Paola Boscaini.

Lista Paola Boscaini

Temi generali importanti come la famiglia, la volontà di preservare e stimolare l’associazionismo e la provenienza dei membri della lista per la quasi totalità dalla, ormai riconosciuta quasi come una nuova classe, cosiddetta società civile. Questi i cardini delle due liste che appoggiano Paola Boscaini, “C’è futuro. Paola Boscaini” e “Città solidale. Bussolengo San Vito”.

“Ci presentiamo – dichiara la candidata sindaco Paola Boscaini – come persone della società civile, quasi tutti alla prima esperienza politica, solo qualche senior (Gilberto Pozzani, ex consigliere comunale ndr). Non abbiamo padrini altisonanti che sanno attirare il pubblico in qualche modo”. Il riferimento resta implicito ma è lecito pensare a liste che fanno capo al sindaco di Verona e al sindaco di Firenze. Non è l’unica stoccata di Boscaini verso gli altri candidati: “Trovo brutto trovare assessori esterni, perché vuol dire che i cittadini non hanno trovato persone da eleggere”.

Non solo pars destruens, ma anche pars costruens nel discorso di presentazione. Boscaini sottolinea come diverse persone della lista vengano dal mondo delle associazioni di volontariato e conferma di voler continuare a lavorare nell’ottica di rafforzamento delle stesse. Sulla stessa linea di pensiero del candidato sindaco Marco Fasoli, Boscaini dichiara di “mettere in campo tutte le forze per tenere aperto l’ospedale Orlandi” mentre commenta, come il candidato Stefano Ceschi, di voler “completare la struttura della biblioteca”. Sulla stessa lunghezza d’onda della candidata sindaco Barbara Setti, Boscaini richiede “trasparenza su come vengono spesi soldi da parte dell’Amministrazione, mentre su Bussolengofuturo.it saranno elencate le spese della nostra campagna elettorale, completamente autofinanziata”. Sempre sulla trasparenza amministrativa Boscaini dichiara di voler “eliminare la norma della scorsa amministrazione che vieta le riprese dei Consigli comunali” oltre a sottolineare la volontà di installare le web cam. Nel 2010 era stato interrogato l’allora Presidente del Consiglio Marco Fasoli sulla possibilità di riprendere i Consigli comunali, il quale aveva “ammesso l’impossibilità di questo servizio di audio-video registrazione a causa della mancanza di un adeguato regolamento, datato 1975”.

Boscaini promette poi, nel caso di vittoria, di rifiutare il compenso da sindaco che “verrà messo a disposizione per un progetto pubblico come ad esempio la rivitalizzazione del centro storico”. Punta decisa sugli anziani, cercando di coinvolgerli sempre nella società come ad esempio il modello dei “nonni-vigile”, non dimentica i bambini dichiarando “lotta al bullismo” e punta a mettere in pratica le normative Isee per famiglia e anziani. Da rivalutare infine il centro storico (“bisogna aprire via Mazzini o tenerla chiusa? Siamo aperti a tutto. Dobbiamo parlare con la gente e capire cosa vogliamo farne”) e le risorse culturali locali come la Banda (“la dobbiamo utilizzare solo una volta all’anno? Perché non si fanno degli eventi a Villa Spinola?”).

5 Commenti

  1. P.S. Me ne frego dell'appartenza politica. Alle elezioni amministrative si vota la persona. Faccia pulita. E sono sicuro che, se non tutto, qualcosa di buono farà per questo paese.Es: sanificare la giunta di parassiti trafficoni e speculatori e fare rivivere, come una volta, Bussolengo e specialmente il centro storico, confidando anche nell'aiuto dei commercianti (DORMIENTI). Luigi

    • ...facce pulite ... sarebbe necessario almeno un autocarro di sapone!

  2. Certo che a leggere questo articolo sembra quasi che la candidata Boscaini abbia parlato dopo tutti quelli elencati, dal momento che si trova puntualmente "sulla stessa linea di .... o lunghezza d'onda di...". In realtà mi sembra che sia stata la prima a presentare la propria lista alla cittadinanza! Per il resto è positivo e fa piacere notare che ci sono delle consonanze fra i programmi. Significa che i problemi del paese sono veri e si vedono!!!

  3. Una che era nel patto e che adesso dice di essere di centro destra....ma perfavore!

    • Ma a chi si riferisce? Io non sono mai stata candidata in nessuna lista!

Lascia un Commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori.

*


Inviando questo messaggio si dichiara di aver letto il regolamento del forum e di accettarne le istruzioni.