Sondaggio chiuso, Girelli in testa

Più che un sondaggio ufficiale si è trattato di un “divertissement”, una distrazione virtuale dalla realtà. Appuntamento con la realtà invece il 17 maggio.

Podio sondaggio

Se così fosse in realtà, Massimo Girelli e Stefano Ceschi andrebbero al ballottaggio. Sulla totalità di 341 votanti, meno della metà ovvero il 31 per cento, rappresentati da 107 voti, ha espresso la sua preferenza per il candidato sindaco della Lega-Pdl sostenuto da cinque liste. Il 23 per cento, 80 voti, mette al secondo posto il candidato Pd. Terza con il 21 per cento e 73 voti il candidato del Movimento 5 Stelle, Barbara Setti. Quarta Paola Boscaini con il 18 per cento e 61 voti. Marco Soave arriva quinto con il 5 per cento, grazie a 17 preferenze, Marco Fasoli all’un per cento con tre voti e a chiudere Antonio Zocca con nessuna preferenza.

Come detto dall’inizio, il sondaggio non ha pretese statistiche, non ha garanzie tecniche per evitare il voto multiplo da parte di un utente e soprattutto non è indicativo di tutta la comunità bussolenghese. Chi legge IlBussolenghese.it si presume abbia una certa familiarità con internet quindi evidentemente sono escluse le fasce di popolazione più avanti con l’età. Inoltre un campione di 341 votanti su circa 13mila cittadini che avranno diritto al voto il 26 e 27 maggio, va da sé che non può essere affidabile in termini statistici. Oltre al parametro di non secondaria importanza che prevedeva la possibilità di voto solo agli utenti registrati al portale.

Il sondaggio viene quindi tolto dalla homepage in quanto è “vietata la diffusione di sondaggi, la pubblicazione o diffusione dei risultati degli stessi nei quindici giorni precedenti le consultazioni e fino alla chiusura delle operazioni di voto. È fatto salvo il caso in cui un esponente politico riporti dichiarazioni concernenti i risultati di un sondaggio, purché questi ultimi siano stati già resi noti nel periodo antecedente a quello del divieto”. Questo stabilisce l’articolo 8 della legge 22 febbraio 2000, n. 28. Il prossimo appuntamento per conoscere i candidati sindaco sarà venerdì 17 maggio al teatro parrocchiale per il dibattito pubblico tra tutti e sette i candidati.

 

5 Commenti

  1. Gentilissimo Berti, ho provato anch'io a dare la mia preferenza a Zocca, quale leader del partito Donne per l'Italia per dare il mio primo contributo, e purtroppo nulla ha funzionato. Se dovevo essere registrata, lo dovevate evidenziare "votazione riservata ad utenti registrati" cosa che non è stata fatta. o per lo meno non era visibile. I sondaggi comportano pur sempre un influenza psicologica sulle persone, pertanto qualche giochetto seppur innocente per deviare le opinioni, lo fanno ad alti livelli, perchè non dovreste averlo fatto anche voi?? Il sospetto c'è !!! Se fossi in lei farei proprio sparire l'articolo perchè macchiato di poca trasparenza. Maria Cristina Sandrin

  2. Contesto questo sondaggio, frutto di interessi di parte, Infatti chi voleva votare Zocca, nonostante puntasse il cursore sul nome, la votazione non scattava. Guarda caso, è successo a ben otto persone. Tutte persone che a Zocca sono grate per aver ricevuto le cure preziose in momenti terribili della loro vita e che lo sceglievano in primis per riconoscenza. Allora cosa dobbiamo dedurre?? non è forse pilotato questo sondaggio?? e poi siamo sicuri di vedere questo commento pubblicato?? o magari lo pubblicate per pulirVi la faccia.??? Non ci siamo proprio anche voi siete di parte.

    • Gentile Alessandra, le otto persone a cui fa riferimento sono utenti registrati? Perché solo se registrati potevano esprimere la loro preferenza. Pilotare un sondaggio del genere non ha alcun senso per IlBussolenghese.it, visto che è stato detto prima, durante e dopo, che il sondaggio non ha pretese statistiche precise. Le riporto ancora una volta il passaggio dell'articolo che credo possa rispondere alla sua osservazione. "Come detto dall’inizio, il sondaggio non ha pretese statistiche, non ha garanzie tecniche per evitare il voto multiplo da parte di un utente e soprattutto non è indicativo di tutta la comunità bussolenghese. Chi legge IlBussolenghese.it si presume abbia una certa familiarità con internet quindi evidentemente sono escluse le fasce di popolazione più avanti con l’età. Inoltre un campione di 341 votanti su circa 13mila cittadini che avranno diritto al voto il 26 e 27 maggio, va da sé che non può essere affidabile in termini statistici. Oltre al parametro di non secondaria importanza che prevedeva la possibilità di voto solo agli utenti registrati al portale". Sebbene il suo commento non fosse firmato con il cognome e non essendo nemmeno un utente registrato, il suo commento è stato messo on line. Ha qualcos'altro da osservare? Alessandro Berti per la redazione de IlBussolenghese.it

      • Sono d'accordo con alessandro io mi sono registrarto e a piu riprese ho provato a votare come tanti mie conoscenti ma il risultato e stato per tutti uguali non funzionava nulla. Non credo ,e non voglio pensare che da parte del Bussolenghese ci sia interesse a fare giochetti,certo che il dubbio rimane e si corre il rischio di fare la parte del cattivo ciao marco

    • Pensare che un sondaggio del Bussolenghese sia pilotato è pura paranoia! Riprendiamoci per favore! E comunque, se avessero voluto pilotarlo non pensate che avrebbero evitato di - impedire - ai lettori di votare... proprio perché avrebbe dato nell'occhio!! Potevano semplicemente aumentare il arbitrariamente il numero di voti del candidato che preferivano votando più volte dalla redazione, per esempio. (... a meno che proprio intenzionalmente non abbiano impedito ai lettori di votare perché apparentemente un manipolatore di sondaggi non l'avrebbe mai fatto.. mumble mumble..). Ma sono sinceramente curioso di sapere quale motivo sospettate stia nascosto dietro la manipolazione del sondaggio da parte dei fra massoni della redazione... :-)

Lascia un Commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori.

*


Inviando questo messaggio si dichiara di aver letto il regolamento del forum e di accettarne le istruzioni.