I commenti a caldo dopo il voto

Tre domande per i sette i candidati, alle prese in questi giorni con apparentamenti in vista del ballottaggio Boscaini-Girelli.

Confronto candidati sindaco. Foto di Martina Dalla Mura

Domande

1. Un suo commento sui risultati elettorali.

2. Quale sarà la sua posizione in merito ai possibili apparentamenti?

3. Qual è la sua opinione sui due candidati sindaco al ballottaggio, Paola Boscaini e Massimo Girelli?

Barbara Setti

1. Sapevamo che non avremmo ottenuto il risultato delle politiche perché lì c’era una bolla di persone che ha votato per protesta. Non posso negare un po’ di delusione da parte nostra. Abbiamo pagato la scelta, che però rifarei, di non aver messo in piedi una comunicazione con vele e santini. Se si considerano i voti delle varie liste, non siamo neanche molto scontenti.

2. Gli apparentamenti, come ripeto, non li faremo ma non daremo neanche indicazioni di voto, perché il voto non è nostro ma è dei nostri elettori.

3. Girelli era prevedibile che arrivasse al ballottaggio, come era previsto che non vincesse subito al primo turno. Hanno messo in campo tante risorse economiche e questo paga ancora. I ventitré voti di differenza tra Boscaini e Ceschi ci hanno colpito, speravamo di essere noi, non lo neghiamo. Boscaini è stata la sorpresa.

 

Marco Fasoli

1. La serietà e la preparazione non pagano, pagano i risotti e i camion vela. Avremo sicuramente un sindaco Master Chef (riferimento al talent show sui cuochi, ndr).

2. Abbiamo avuto un incontro con Paola Boscaini e siamo in attesa della chiamata di Massimo Girelli che dovrebbe arrivare a giorni.

3. Non è quello che ci aspettavamo per Bussolengo però si vede che è quello che ci meritiamo.

 

Marco Soave

1. In un mese, nonostante la nostra rottura e il ritardo con cui siamo scesi, abbiamo raccolto novecento voti che sono quelli che hanno impedito a Girelli di vincere al primo turno. Più che pensare al paese, c’erano consiglieri regionali che pensavano solo a loro stessi. La politica dei partiti è quella che fa fallire i Comuni, mentre nelle liste civiche c’è più libertà di agire. Si dice spesso che se si è appoggiati da un partito, arrivano dei fondi: questo non è vero perché in dieci anni di nostra amministrazione leghista sono arrivati così pochi fondi che abbiamo fatto più affidamento alla comunità europea. Certo che qualcosa dalla Regione è arrivato ma un Comune grande come Bussolengo meritava molto di più. Chi è andato in Regione negli ultimi tre anni non ha portato niente, solo zizzania e ha agito per il proprio tornaconto elettorale. Il fatto da sottolineare è che se vince Girelli, saranno solo due i consiglieri comunali della Lega che passano perché la prevalenza è Pdl e Lista Tosi, formata da esponenti dell’Udc, mentre la Lega è terza. Se vincono al ballottaggio si trovano quindi con diverse provenienze e non so come possano governare. Si dovrebbe domandare il conto alle persone che hanno speso migliaia di euro per andare a occupare un posto in Consiglio. Il Movimento 5 Stelle mi ha deluso, hanno preso in giro la popolazione puntando sulla partecipazione. C’è una signora che è stata baciata dalla fortuna andando al ballottaggio per 23 voti e che pensa di vincere da sola senza apparentamenti. Il vero progetto è stato quello di Ceschi che ha tenuto nonostante la caduta del Pd. Noi con i nostri 900 voti abbiamo prolungato l’agonia per altre due settimane.

2. Se veramente Paola Boscaini vuole mandare a casa quelli che c’erano prima, si deve alleare con tutti gli altri. Noi le idee le abbiamo molto chiare e penso che combacino con le idee di altri due candidati sindaco.

3. Per quanto riguarda la Boscaini non mi sembra il momento di assumere il comportamento che si ha a capo di un grande sistema che prevede l’entrata di diversi milioni di euro e pretendere di gestire il Comune allo stesso modo. Deve svestire i panni ed essere una cittadina che fa il sindaco, non una dirigente che fa il sindaco. Girelli è in sostituzione di Andrea Bassi che non ha avuto il coraggio completo di candidarsi come sindaco, dopo aver mandato a casa un’amministrazione. Ha scelto sicuramente una brava persona, però a comandare a Bussolengo sono le solite tre B e Tosi. Ci tengo a dire che è stata “la campagna elettorale dei genitori” che hanno assalito con tanto di santini l’ospedale, il cimitero e sono stati allontanati più volte dai carabinieri durante i seggi. Dovrebbero provare vergogna per questi comportamenti.

 

Stefano Ceschi

1. Il risultato nel suo complesso è stato buono. È naturale che ci sia delusione per essere rimasti fuori per soli ventitré voti. È un dato di fatto che comunque abbiamo raccolto un buon risultato nella zona di San Vito e nella periferia fuori dal centro storico, dove proprio qui nel centro siamo stati superati dalla compagine di Paola Boscaini. Penso che questo non ci abbia permesso di andare al ballottaggio.

2. Stiamo guardando i programmi e i punti più compatibili. Decideremo assieme al gruppo cosa fare.

3. Boscaini ha tenuto una campagna elettorale molto forte, è stata brava a partire dal nulla e arrivare a questo risultato in termini di voti. Girelli mi è sembrato una brava persona negli incontri che abbiamo avuto anche se partiamo da due idee diverse di Bussolengo.

 

Massimo Girelli

1. Siamo contenti perché più di quattromila persone ci hanno votato e la destra unita ha portato a questo risultato. Adesso però bisogna concludere tutto quello di buono che abbiamo fatto finora. Il 42 per cento dei bussolenghesi ci ha dato ragione e il distacco sulla seconda è importante. Quindi ora la legge elettorale ci impone il ballottaggio e come si dice in gergo calcistico “Palla al centro e si riparte per il secondo tempo”. Sui risultati degli altri candidati era un po’ quello che ci aspettavamo. Dispiace vedere che tra il secondo e il terzo la differenza sia stata di pochi voti. Personalmente, vista la mia età e quella di Ceschi, sarebbe stato interessante confrontarsi anche per la questione del ricambio generazionale a livello politico.

2. Noi già dal primo giorno abbiamo costruito una squadra forte che ha condiviso da subito lo stesso programma elettorale. In questo momento ci stiamo guardando attorno ma non c’è alcun assillo per apparentamenti forzati. La forza della nostra coalizione sta anche nel poter guardare fuori Bussolengo visto che abbiamo coinvolto partiti politici oltre alle liste civiche. Questo ci permette di dialogare in Provincia, in Regione e a livello centrale visto le forze in campo del centro destra. La dimostrazione è la presenza delle persone che abbiamo invitato durante la campagna elettorale: Zaia, gli assessori e consiglieri regionali, il presidente della Provincia.

3. Penso che Paola Boscaini abbia ottenuto un buon risultato, sul filo del rasoio. Non la conosco personalmente quindi faccio fatica a dare un giudizio. Sono curioso di vedere quali apparentamenti sceglierà dato che leggevo come sia aperta a diverse soluzioni.

 

Paola Boscaini

1. Sono naturalmente molto contenta di questo risultato perché è anche la prima volta che a Bussolengo vince una lista civica. È il frutto di un ottimo lavoro di squadra tra di noi che abbiamo lavorato sul programma puntando alla soluzione dei problemi della gente.

2. Siamo ancora aperti e ci stanno cercando un po’ tutti quanti. Fondamentale per noi è che ci sia la condivisione del nostro programma, non possiamo agire con la logica della spartizione delle poltrone.

3. Girelli pensava di vincere al primo turno… Oltre a lui, sono state elette alcune delle persone che hanno amministrato negli ultimi quindici anni. Gli elettori hanno ancora scelto delle persone che hanno contribuito a portare Bussolengo nella situazione attuale, figlia delle logiche partitiche.

 

Antonio Zocca

1. Se guardiamo i voti presi da “Donne per l’Italia” sono raddoppiati rispetto a quelli ottenuti alle politiche. Pensavo però di poter arrivare a due-trecento voti, lo devo ammettere, visto anche la facilità con cui abbiamo raccolto le firme necessarie per la presentazione delle liste.

2. Io e le mie referenti, Maria Cristina Sandrin e la capolista Lorella Fiorini, ne parleremo questo week end. Non abbiamo ancora un’idea chiara. Vedremo se i nostri voti potranno confluire in uno dei due candidati.

3. Girelli era il candidato favorito e non mi stupisce sia arrivato al ballottaggio. La sorpresa è Paola Boscaini che ha battuto sul filo di lana Ceschi.

 

20 Commenti

  1. Sono profondamente deluso dal risultato del voto, purtroppo la bigotteria impera ed avanza , continuiamo a mandare avanti i soliti senza voler vedere la realtà dei fatti Ma mi domando come e' possibile che dopo il commissariamento di un comune con una maggioranza bulgara effetto di incompetenza , che i cittadini non abbiano la voglia di cambiare di netto, invece no teniamoceli stretti come le rotonde con i leoni e gli inni del comune, sprechi che tanti cittadini non vogliono vedere. Mai come nel locale il colore della lista non centra ,basta vedere i risultati delle persone che ti amministrano solo uscendo dalla porta di casa al mattino, e premiarli o punirli alle urne , invece come al solito qui da noi il solito avanza . Purtroppo il coraggio non è da tutti compreso quello dei politici che dopo un fallimento dovrebbero farsi da parte.....ma tanto è sempre colpa di qualcun altro . Andrea

  2. Domenica prossima si tornerà al voto. Vista l'assenza di concordati ufficiali tra gli sfidanti alla maggior coalizione è evidente che le elezioni sono già state vinte, forse anche agli sfidanti va bene così. Che tristezza! Domenica non andrò a votare.

    • GIUSTO CHE SIA COSÌ: IL CITTADINO VALUTI CIÒ CHE E' MEGLIO E NON CIÒ CHE E' IL MASSIMO. l'IMPORTANTE È NON ASTENERSI DAL VOTO, PERCHE' NON E' VERO CHE SON TUTTI UGUALI: C'È SEMPRE IL MENO PEGGIO :-)

    • E' davvero un peccato. Ti invito a ripensarci. Non credo che l'astensione (forzata o no) possa essere considerata come alternativa. Noi di Bussolengo c'è futuro e città solidale pensiamo di poter essere, con l'aiuto della cittadinanza, una buona occasione per favorire nel nostro paese l'occasione per voltare pagina. Ti aspettiamo!! Stefania Ridolfi.

      • Stefania, voltare pagina? allora in riferimento al nuovo "santino" della Boscaini che riporto qui: http://www.bussolengofuturo.it/images/profilo_boscaini_paola.jpg punto1: ma che domanda è??? è un programma? punto2: volti nuovi con la P maiuscola? quella di POZZANI???? punto3: altra domanda da premio oscar... punto4: a tempo pieno???? ma nenche il buon gusto di omettere certe falsità? ho sentito con le mie orecchie che 3 giorni la settimana si dedica al proprio lavoro, durante le prime presentazioni, poi cambiato idea? o PAURA??? ma perfavore... punto5: Si la apprezziamo tutti, il problema è capire se siete voi a garantirla. FORSE LA SUA CANDIDATA SINDACO E' IN CONFUSIONE, MA VI GARANTISCO CHE I CITTADINI SANNO COSA VOGLIONO, NON SERVE CHE CE LO DOMANDI LEI, VOGLIAMO SAPERE IL COME!!! punto6: Se la Boscaini non ha ancora capito che il sindaco o qualsiasi altra figura comunale o provinciale NON HA ALCUN POTERE DECISIONALE in merito al destino dell'ospedale, abbiamo fatto bigo! (cosa ribadita da tutti i candidati la sera dell'incontro tra sindaci in teatro) figuriamoci se sa come gestire il resto!!! punto7: visto che continuerà la sua professione da dirigente, bello sforzo rinunciare allo stipendio da sindaco.

      • Signora Stefania....Voltare pagina? Ma si rende conto che se vincesse la sig.ra Boscaini ci ritroveremmo quasi sicuramente Pozzani assessore all'urbanistica e Soave assessore al commercio e manifestazioni??!! Che voltare pagina d'Egitto! Smettetela con questa litanìa...Volteremmo pagina sì: torneremmo alle precedenti! Mi smentisca, fatelo pubblicamente, firmate un documento a favore di telecamere e mi ricrederò..........

      • Spero sia uno scherzo...

    • Caro Luigi, non sarai l'unico. Anch'io mi riservo di decidere all'ultimo... ma visto il risultato del primo turno credo che non andrò a votare. Poi però non bisogna lamentarsi di quello che uscirà dalle urne. Abbiamo ancora qualche giorno... male che vada VOTA ANTONIO VOTA ANTONIO!!

      • concordo!!

      • Sinceramente faccio fatica a capire perchè nel suo commento ci sia cosi' tanto astio nei confronti di Paola Boscaini. Non vogliamo convincerla per forza, non sia mai. Per quanto riguarda il sig. Pozzani le liste sono piene di persone che hanno ripresentato le loro candidature in svariate occasioni. Il professor Bonizzato, il sig. Rigo, Melotti Dario, Brizzi Roberto sono solo alcuni dei nomi che mi vengono in mente mentre le rispondo. Non capisco perchè nella libertà di rendersi disponibili a fare qualche cosa di buono per il proprio territorio ci sia sempre qualcuno che trova da dire. E mi creda non sto difendendo ne il sig Pozzani ne gli altri citati più sopra di cui anch'io come lei magari non condivido il ripetersi della loro continua presenza. Per taluni, di cui invec non ho fatto il nome, il momento delle elezioni è la possibilità di accappararsi un posto al sole e di sistemarsi per la vita, per altri è la voglia di esserci con quelli che contano, per noi di Bussolengo C'è Futuro e Città Solidale è il desiderio di rimettere al centro dell'azione politca del nostro paese il bene-comune, le persone e le relazioni che da esse ne discendono. Può essere che qualcuno non ci ritenga nè all'altezza di amministrare nè tantomeno capaci di farlo. Resta il fatto che noi siamo 100% Bussolengo e non chi pur nato e vissuto a Bussolengo, ritiene che per promuovere se stesso debba ricorrere all'aiuto di potenti che arrivano da terre vicine e lontane. Perciò senza urlare come in alcune parti del suo discorso ha fatto lei, la invito ancora una volta a "perdere" cinque minuti del suo tempo e parlare con Paola Boscaini non certo perchè voglio che cambi idea ma perchè sono sicura che quando lo avrà fatto non si sarà neanche accorto di come questa cosa è potuta accadere. Con simpatia, Stefania Ridolfi

      • Stefania, allora smettetela di dire che "di la" ci ritroviamo con le stesse persone, quando è la stessa cosa per "voi" Curioso che rivolto alla coalizione concorrente il fatto di avere una minima parte di persone con alle spalle esperienze amministrative comunali, viene visto come la peste, invece per i vostri personaggi allora viene vista come un pregio, ma di perfavore... Sono venuto piu volte a Sentire la boscaini e non mi ha per niente convito, sopratutto il continuo cambio delle carte in tavola a seconda di come si muovevano i suoi concorrenti diretti. Curioso anche il fatto che non si sia replicato a TUTTI i punti da me illustrati

  3. Marco Fasoli, certo che non smetti di coprirti di ridicolo, parli di vele e risotti, ma se tu li hai fatti fino alle scorse campagne elettoreli di cosa parli!!! E finiscila di offendere i cittadini, con "si vede che è quello che ci meritiamo". e fatti delle domande se su 10035 votanti hai preso 485 voti!!! quello che ci meritiamo non sei di certo tu. Marco Soave, sentire te che parli di vergogna mi fa ribaltare dal ridere, detto da uno che è vissuto sulle spalle del comune senza MAI combinare niente...

    • certo che per uno che chiede agli altri di non offendere non ci vai giù leggero a sputar sentenze.... Mi firmo con uno pseudonimo anche perchè ho il dubbio che anche il tuo non sia un nome vero

      • come scritto anche da altre parti, il mio nome e cognome è mauro agostini, non ho alcun problema a scriverlo. Ho risposto cosi perchè credo che sia l'unica lingua che capiscono.

    • Signor Mauro lei è quello che forse verrà ad abitare a Bussolengo tra due mesi? Mi ricordi, per favore, dove ci siamo conosciuti perché lei parla di me come se mi conoscesse molto bene ma io non la conosco. Sappia che, nelle mie trascorse campagne elettorali dove ero candidato a consigliere comunale, non ho mai fatto risotti ne tantomeno vele. Ho la sensazione che lei parli a sproposito e senza conoscere le cose di cui parla. Si informi e si ricordi che per me è importante il dialogo e non certo le offese personali. Non la saluto perché non lo merita.

  4. Caro Marco. Io non devo cercare il consenso di nessuno perchè ho votato M5S e al ballottaggio avevo già deciso di starmene a casa. Ma vedere questi sputa sentenze che vanno ad evidenziare i difetti altrui senza guardare quelli mastodontici che hanno in casa, mi da molto fastidio. Talmente tanto fastidio che sto addirittura pensando di turarmi il naso e votare Girelli proprio per ripicca! Per quanto riguarda quello che affermi tu sull'urbanistica: io non so se fossero 36000 o di meno (magari sono stato male informato), comunque ho visto con i miei occhi il PRG ritirato ed era qualcosa di abominevole per Bussolengo: e l'unico voto contrario, se non sbaglio, fu proprio il tuo.

  5. Certo che Soave è proprio ossessionato da Andrea Bassi!!! E la Boscaini? Com'è il proverbio della trave e della pagliuzza? Girelli ha con lui gente che ha amministrato negli ultimi 15 anni...Quando lei, tra gli eletti, avrebbe un certo Gilberto Pozzani che siede in comune da oltre 20 anni e che era il promotore del piano regolatore da 36.000 abitanti che per fortuna è stato bloccato nel 2003. Finiamola di attaccare sempre gli altri e occupiamoci di cercare consensi con le idee!!!!!!!

    • non mi risultano neanche i 36000, mi risulta che quel PRG passò con un unico voto contrario. Ma questo sarebbe l'esempio del non attaccare gli altri per cercare consenso con le idee?

      • Nel 2003 ricordo che qualcuno di Sandrà comprò molti campi al doppio del valore agricolo: putroppo però vinse a sorpresa Mazzi, e restarono con un pugno di mosche. Adesso stesso scenario di allora. Se leggete bene questo articolo ne saprete di più. Mentre vi guardate l'uno con l'altro c'è gente che da fuori si vuole spartire il nostro paese. http://espresso.repubblica.it/dettaglio/anche-tosi-ha-un-cerchio-magico/2179598

      • Caro Marco. Io non devo cercare il consenso di nessuno perchè ho votato M5S e al ballottaggio avevo già deciso di starmene a casa. Ma vedere questi sputa sentenze che vanno ad evidenziare i difetti altrui senza guardare quelli mastodontici che hanno in casa, mi da fastidio. Talmente tanto fastidio che sto addirittura pensando di turarmi il naso e votare Girelli proprio per ripicca! Per quanto riguarda quello che affermi tu sull'urbanistica: io non so se fossero 36000 o di meno (magari sono stato male informato), comunque ho visto con i miei occhi il PRG ritirato ed era qualcosa di abominevole per Bussolengo: e l'unico voto contrario, se non sbaglio, fu proprio il suo.

Lascia un Commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori.

*


Inviando questo messaggio si dichiara di aver letto il regolamento del forum e di accettarne le istruzioni.