Nessun apparentamento ufficiale

Ceschi non trova l’accordo con Boscaini in previsione del ballottaggio con Girelli, come del resto gli altri candidati. Sarà una sfida ad armi pari?

braccia_incrociate

Scaduto il termine delle ore 13 di domenica pomeriggio, non sono stati comunicati apparentamenti ufficiali che vadano a sostenere Paola Boscaini o Massimo Girelli alla prossima tornata elettorale per il ballottaggio. Com’era prevedibile i dialoghi, le previsioni e le discussioni hanno visto molto impegnata in questi giorni Paola Boscaini. Dall’altra parte, chi per posizioni politiche e chi per recente vissuto amministrativo, pochi presentavano punti in comune con il candidato Girelli tali da motivare un apparentamento ufficiale.

Ha tenuto molto in attesa un possibile accordo ufficiale tra Ceschi e Boscaini, il primo distaccato di soli ventitré voti decisivi per entrare automaticamente al ballottaggio. “Dopo il primo turno elettorale – dichiara Stefano Ceschi – ci siamo trovati a dover scegliere tra Massimo Girelli, con il quale ci siamo confrontati in modo leale, ma con una visione del paese diversa dalla nostra e Paola Boscaini. A lei abbiamo proposto un apparentamento ufficiale volto a riconoscere il nostro elettorato e a garantire una nostra presenza nella maggioranza che andrà a governare Bussolengo. Non abbiamo chiesto né sedie né assessori, ma semplicemente di poter essere riconosciuti come rappresentanti di 1576 persone che ci hanno dato la fiducia con il loro voto”. La risposta di Boscaini è stata negativa per una questione incentrata sulla presenza del partito politico. “La nostra proposta – continua Ceschi – non è stata accolta: in particolare è stato posto un veto sulla presenza del Partito Democratico”.

Quindi nessun apparentamento ufficiale, i candidati Ceschi e Setti, quest’ultima come già accennava all’incontro pubblico, non daranno indicazioni di voto. Sarà quindi sfida tra le due liste civiche di Boscaini e le cinque liste, civiche, Pdl e Lega, di Girelli.

Si tratta quindi di un ballottaggio che offre possibilità di scelta per l’elettorato del centro destra, mentre lascia gli elettori del centro sinistra ed elettori che non si riconoscono nelle logiche di “orientamento politico” destra-sinistra particolarmente indecisi sul da farsi.

Lascia un Commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori.

*


Inviando questo messaggio si dichiara di aver letto il regolamento del forum e di accettarne le istruzioni.